Descrizione progetto - e2e

Vai ai contenuti

Menu principale:

Descrizione progetto

Tutti i partner del progetto "E2E - Employee to Employer" hanno condiviso l’obiettivo comune di migliorare l’attrattività e l’impatto della formazione continua all’impresa per gli "over 50".
L’Europa ha una popolazione che invecchia, le persone vivono e lavorano più a lungo e sono più propense a cambiare lavoro ed a sviluppare diverse tipologie di  carriera.  
Appare a tal proposito evidente l’importanza di focalizzare l’attenzione sulle reali opportunità attualmente offerte agli anziani per facilitare il passaggio tra un lavoro e l’altro.
La stessa formazione deve evolvere in modo da tener conto non solo delle tradizionali fasce di popolazione alle quali da sempre si rivolge, ma anche a quella tra i 50 a 65 anni.
In conseguenza della crisi economica degli ultimi anni, gran parte della popolazione, specialmente quella degli "over 50", sta perdendo il proprio posto di lavoro e quindi,  prende in considerazione l’opzione di mettersi in proprio ed aprire una nuova impresa.
Per gli anziani che perdono il posto di lavoro, la stima di sé è fondamentale poiché sono ancora in grado di dare un contributo attivo e vivace per il tessuto economico e sociale delle loro comunità.
Il piano europeo di ripresa economica (COM 2008 - 800) proposto dalla Commissione per contribuire ad alleviare gli effetti della crisi immediata e prepararsi per la ripresa  economica, prevede una grande iniziativa di sostegno all’occupazione, promuovendo l’occupazione (compreso il lavoro autonomo) dei lavoratori in esubero attraverso l’attivazione, riqualificazione e aggiornamento delle competenze.
I livelli di imprenditorialità nell’UE sono inferiori a quelli di Stati Uniti e Giappone, l’Europa ha bisogno di più imprenditori e ha anche bisogno di  maggiore innovazione nel promuovere ed educare gli aspiranti imprenditori.
Grande rilevanza è stata data alla promozione dell’imprenditorialità giovanile, ma per quanto riguarda gli imprenditori più anziani?
Le persone anziane hanno più risorse e beni, in genere sono anche più avversi al rischio e come tali hanno maggiori probabilità di essere interessati ad acquisire un’impresa già esistente.
Nei prossimi 10 anni si stima che 6 milioni di proprietari di PMI si ritireranno.
L’Europa non può permettersi di rischiare di perdere quelle imprese … il loro trasferimento avrebbe un effetto positivo immediato sulla economia europea.
I trasferimenti di successo di imprese ben organizzate conservano in media più posti di lavoro rispetto a quelli creati con lo start-up.
Le persone anziane hanno più esperienza ed una buona predisposizione alla gestione delle risorse, condizione questa che dovrebbe facilitare il profilo imprenditoriale, ma non c’è mai stato un focus  mirato sulla popolazione anziana di imprenditori.
Lo scopo del progetto "E2E - Employee to Employer" è stato quello di far convogliare l’esperienza  delle organizzazioni partner nell’identificare, documentare e diffondere le migliori prassi sulle strategie per coinvolgere gli anziani nella Formazione all’Impresa, studiando approcci per superare gli ostacoli esistenti nei diversi paesi  europei, fornendo informazioni utili e mettendo a disposizione di formatori e più in generale di tutti coloro i quali operano nel settore dell'orientamento e/o della consulenza, strumenti di analisi e di valutazione grazie ai quali poter dare una risposta  ai bisogni delle persone "over 50", favorendone l’inserimento nel mondo imprenditoriale.

Torna ai contenuti | Torna al menu